L'arrivo della primavera ci spinge alle pulizie domestiche approfondite. Tra le facende più odiate si trova di sicuro la pulizia delle finestre. I nostri pratici consigli renderanno il tuo lavoro meno spiacevole e ti permetteranno di ottenere le finestre davvero splendenti.

Quando pulire le finestre?

Le finestre dovrebbero essere pulite almeno 2-3 volte all'anno. Per ottenere i risultati splendenti, vale la pena di farlo in prima mattina o nel tardo pomeriggio. È meglio scegliere delle giornate in cui il sole non batte troppo forte – altrimenti i vetri si asciugheranno troppo in fretta e sulla loro superficie appariranno delle striature difficili da eliminare. D'altra parte, quando il cielo è troppo nuvoloso gli eventuali aloni saranno difficili da notare durante la pulizia. Ricorda anche che il lavaggio delle finestre ghiacciate, quando la temperatura esterna è sotto zero, può provocare crepe e rottura del vetro a contatto con l'acqua calda. Per questo motivo la temperatura ottimale è di 10-25 gradi.

come pulire le finestre
come pulire le finestre

Come pulire le finestre?

Procurati un panno in cotone (ad esempio una maglietta che non usi più) o uno in microfibra. Usa l'acqua mescolata con detersivo, aceto o succo di limone. Per asciugare la superficie scegli uno scottex di qualità o un tergivetro in modo da evitare le striature. Infine, per lucidare i vetri puoi usare la carta di giornale oppure i collant – sono dei rimedi della nonna che non falliscono mai.

come pulire le finestre

Pulizia delle finestre passo per passo

Se le finestre sono particolarmente polverose, puoi prima pulirle con l'aspirapolvere portatile. Generalmente, iniziamo la pulizia dal telaio della finestra e dai vetri interni (sono sicuramente più puliti) e solo dopo passiamo alla parte esterna. Dopo aver finito possiamo asciugare tutta la superficie con lo scottex. Non dimenticare di pulire i davanzali delle finestre e ricorda di cambiare l'acqua frequentemente.

Un altro tip consiste nel pulire il vetro interno da sinistra a destra e quello esterno dal basso verso l'alto. Procedendo in questo modo sarai in grado di notare le striature o gli aloni rimasti sulla superficie.

Per il secondo lavaggio dei vetri usa un appropriato detersivo oppure una soluzione di acqua e aceto. Successivamente puoi approfittare di un tergivetro – appoggialo sulla superficie per far aderire al vetro solo una parte della lama di gomma, così eviterai il gocciolamento di acqua. Dopo ogni passata pulisci la lama con un panno bagnato – usa quello in microfibra che non rilasci pelucchi. Infine, lucida i vetri con un panno per godere delle finestre particolarmente pulite e splendide!

Quadro su vetro acrilico - un complemento d'arredo splendente per i tuoi interni